Categorie
Uncategorized

Immigrazione italiana

L’integrazione ha fallito. A partire dagli anni 70 è stato tutto lasciato al caso anche per la mancanza di un ente istituzionale. C’era la grande filosofia “hippy” degli anni 70, una forte comunità che si occupava di immigrati, nella Sicilia e in Italia oltre alle strutture d’obbligo. Ma al di fuori dall’associazionismo, da enti, come per esempio differente l’USL per diritti del malato, INPS per il lavoro, i distretti di assistenza sociale per la famiglia. L’immigrazione invece non ha ente nazionale, ma una enorme passione e affetto data da un ideologia che detta le fondamenta però di nulla, di leggi non rivisitate, da forme di persone formate principalmente per questo raccogliendo educatori psichiatrici a gestire l’immigrato. L’integrazione in Italia ha fallito su ogni punto di vista. Resta solo un sogno da perseguire forse l’istruzione non è essenziale, ma le persone specializzate in scienze umane potrebbero creare punti di incontro e di formazione più efficienti per integrare.

Categorie
Uncategorized

Guerra

le guerre sono state l’egoismo e la non informazione per scopi di lucro e incoscienza popolare che va dietro a messaggi che conosce ma non capisce sino in fondo perché senza cultura ed è qui che il cerchio inizia a combaciare. Chi per primo pensa ad un suo tempo vitale di un solo secolo ed è schiavo di un’economia fondata sul risparmio ma soprattutto nella sperperazione di finto benessere si rende complice alimentando un illusione di tristezza che deve per forza affidarsi agli organi che devono smistare la sottomissione dove l’uomo per primo si vuole illudere e si tende figlio fedele di una protezione finta.

La guerra è l.’ego verso il tutto e verso sé. Vivere progettando la vita verso una soddisfazione apparente, come un qualcosa che ci riempie e che sfocia poi in un vizio psicologico e emotivo, di contare e progettare la vita di ogni individuo di una nazione, continente e del mondo, attraverso la promozione dell’arte, della scuola diffondendo etichette di non buonsenso e tirando adoosso a sè e al cerchio della vita un abisso di vuoto che non si dove riempire ma trascendere.

Poi inizia un territorio, una competizione a chi può essere più produttivo, una malattia sociale e per la sopravvivenza, cominciando a pensare in modo da scendere nell’indifferenza di sogni e modi sociali e crescita all’infuori dell’empatia e la cultura sinergica dentro e fuori di una città, da un paese e così via.

E lo scambio non vi è e ovviamente l’unità e il compromesso che io o tu abbiamo un confine illogico ma sensato da un paradigma di rispetto economico e di benessere alimentando ragioni inesistenti di un finto rapporto di un illusoria cooperazione di felicità.

Infine la guerra dopo scambi di idee per stabilire termini anche popolari, guerra come banale e unica “soluzione”, dopo una critica giusta, un elogio all’ignoranza, un inutile dirsi cose che poi volano nel cielo denro ognuno di noi.

Categorie
Uncategorized

Le Attività Musicali

_Pianoforte/Tastiera________

_Chitarra classica, acustica, elettrica

_Basso elettrico__________________

_Musica d’insieme____________

_Improvvisazione________________ _Musicoterapia________________________

Per info d.robe89@yahoo.com

Categorie
Uncategorized

La storia della antropologia della popolazione nella cultura

Dal palpito reale della cultura profonda e naturale come parte integrante e ovvia di ogni persona che era parte del carattere del quotidiano, ove il sapere era una parte centrata dell’esperienza di vita. Si arriva al declino del rapporto introspettivo di concentrarsi su se stessi e cominciare a trovare cultura in un’arte chiamata progresso che se fosse concepita e capita e non strumentalizzata, sarebbe stata una fondamenta dell’ingegno umano, ma nell’arte e nella cultura ci appare tutto da stimare mentre c’è poco da salvare e tanto da rivedere attraverso non gli artisti in molti casi o pochi, percorriamo strade a metà nel mondo dell’arte…, gli imprenditori dell’arte hanno creduto in critiche di marketing, nella scienza in critiche di politiche restrittive economiche di guerre e patteggiamenti sociali e asociali, comprimendo la mente a tal punto da farla divenire un involucro da cominciare a riempire nuovamente, un involucro ormai che prende forma oggi completamente dentro la mente priva di quell’antico palpito del passato, dove oggi studiando ormai su libri universitari che sembrano manuali di matematica scientifica privi di un’emotività filosofica di senso morale che è giusto così se pensiamo ad una tecnica standardizzata e altamente valorizzaqu, il metodo di studio proprio o dell’insegnante sembra un catalogo di storie e racconti e non un rapporto tra libro e studente che non viene valorizzato ove vi è un indice descrittivo e non un senso da percorrere, per il fatto che la società moderna è involucro un vaso da riempire arrivato da 30 anni a questa parte ma già da 70 o 80 anni quasi onnisciente creando giovani geni ormai in ogni settore ma non onniscienti al di fuori dell’involucro e da queste mura solide ove c’è ancora quel pulpito da recuperare.

Categorie
Uncategorized

L’arte oggi

L’arte oggi è una farsa, si riesce a prendere un immagine immediata e futile e lavorarci sopra con idee copiate da metodologie non comprese fino in fondo e mischiate per creare una sorta di pausa pubblicitaria mentale per chi ascolta e cogliere il messaggio in modo errato e puramente visionario rendendo quell’arte e quell’artista amabile per una finta bellezza che negli anni viene valorizzata culturalmente per una solo questione di marcheting, ricogliendo aspetti inesistenti alla mente creativa dell’artista e pomparli esplosivamente affondando nebbia nelle persone, che resterà nebbia nella cultura del verso critico e archivista scrupoloso della vera arte che inizia e parte dagli anni 50 e prima con una cultura a base di qualunque persona e di anche ogni ceto o posizione, dove c’era i centri artistici e di incontro, di scambio e di formazione morale e sinergica tra artisti che scrivono, abbozzano e criticano l’arte. Poi dal 90 in poi tutto si perde e declina fino all’eccesso e alla prostituzione della cultura a finzione

Categorie
Uncategorized

Arte Libera

Categorie
Uncategorized

Nuovo cd “la musica Com’è…”

 

Cd che rappresenta tutti i metodi musicali che si useranno nel tour “A noi piace così…” tour di 10 date + una data zero di presentazione + uno spazio aperto di sperimentazione musicale. se lo volete contattatemi. Il cd è stato registrato allo studio di Alessandro Siciliano grande amico di Roberto D’Anna Autore della musica.

Categorie
Uncategorized

La Sinergia, Il documentarsi, il progetto della vita

Incontrare, criticare, darsi uno scambio, servire e soprattutto essere serviti. Questo è un grande trionfo, un obbiettivo fondamentale da raggiungere per ogni artista o ricercatore di ogni genere, donare è un concetto di amicizia di  produzione maggiore e di futuro. L’importanza è rivelarsi e lasciar partire un obbiettivo dentro e fuori sé stesso fino al mondo che ci circonda.